TikTok, il nuovo social network alla conquista dell’Occidente: cos’è e come funziona

Premessa

Il significato di Marketing Digitale o Web Marketing equivale ad una costante evoluzione. Nell’ultimo decennio sono venuti a crearsi vari sistemi di comunicazione attraverso la rete. Cominciando da Facebook e passando per Google, questi giganti dell’High Tech hanno avuto la capacità e il potere di modificare il modo di intendere il marketing a livello internazionale.

La costante evoluzione della tecnologia ha permesso la nascita di moltissime piattaforme che “creano del sociale”, quindi la possibilità di comunicare tra le persone. TikTok ne è un esempio attuale.

Cos'è TikTok?

TikTok logo

Il continente cinese ci ha sempre sorpresi con novità a livello tecnologico. Tutti noi conosciamo la forte censura che il governo cinese applica rispetto ai sistemi occidentali, ma mai Mark Zuckerberg, e noi compresi, ci saremmo aspettati che nascesse un nuovo Social Network che potesse dare del filo da torcere al “zuckverso”.

75 miliardi di dollari di quotazione e 1,5 miliardi di utenti attivi al mese sono dei dati significativi che descrivono l’imponenza con cui TikTok si sta facendo spazio tra i giganti di Cupertino.
Fondamentalmente quindi TikTok è un nuovo genere di social network basato sulla condivisione di mini video nella propria bacheca. Nessun post istantaneo, nessuna foto: solo brevi video o “video-selfie” che mostrano quello che facciamo durante la giornata.

Com'è nato TikTok?

fusione musical.ly e tiktok

Nel 2014 Alex Zhu e Luyu Yang hanno creato, un social network focalizzato sulla condivisione di video e messaggistica. Musical.ly è da considerare l’embrione che ha poi portato alla nascita del nuovo social network. Due anni dopo infatti, in Indonesia, si stava espandendo un nuovo sistema di interazione tra utenti chiamato TikTok.

Nel novembre del 2017, il colosso tecnologico cinese Beijing Bytedance ha acquistato per una cifra intorno al miliardo di euro Musical.ly. Attraverso vari aggiornamenti è stata eseguita una fusione di Musical.ly e TikTok e, mantenendo il secondo nome, hanno creato l’omonimo social network.

Come funziona TikTok?

come funziona tiktok

TikTok è ormai una piattaforma leader nella condivisione di video di breve durata. La caratteristica principale infatti è che permette di rendere tutti gli utenti dei “creators” di video.

L’idea di condivisione e di creazione del proprio network è simile ad Instagram: attraverso il proprio smartphone, infatti, possiamo creare video o video-selfie che mostrano le nostre azioni quotidiane. Con l’applicazione di filtri e basi musicali differenti, gli utenti intrattengono e divertono i propri followers. Più si è creativi ed originali, più il proprio video diventerà virale.

Chi sono gli utenti di TikTok?

tiktoker

Il target di TikTok rispetto agli altri Social Network è inferiore. Inizialmente, dopo vari test, Musical.ly è stato indirizzato ad un pubblico adolescente ed è stato il motivo per cui ha cominciato ad avere molto successo. L’azienda Bytedance, dopo l’acquisizione, ha deciso di mantenere lo stesso target contribuendo così alla sua espansione a macchia d’olio.

TikTok è stato la fortuna di molti utenti: essendo questo social network svincolato sia da Facebook che da Instagram, i TikTokers hanno dovuto creare da zero il proprio bacino di followers e non hanno dovuto “combattere” con gli influencer radicati da anni.

Grazie a questo social, si sta creando un nuovo genere di influencer, molto più giovani e molto più fidelizzati con il proprio network, chiamati “musers”.

È utile fare Marketing su TikTok?

Al di là che TikTok è l’app più scaricata al mondo (davanti persino a Youtube e Whatsapp) e il numero di utenti è da capogiro, Bytedance ha deciso di ampliare i servizi del social network aggiungedoci la pubblicità. Con costanza, ogni 8 video, il nono è una sponsorizzata.

Piano piano le maggiori aziende e i personaggi più influenti stanno aprendo i loro profili su TikTok per riuscire a creare un nuovo bacino di utenti da fidelizzare; nuovi followers, che sono per la maggior parte adolescenti, considerati attualmente, i maggiori consumatori.