Instagram: Cos’è e a cosa serve l’Engagement rate?

Premessa

Instagram è noto per avere tassi di coinvolgimento più elevati rispetto a qualsiasi altra rete di social media. Per spiccare su Instagram, dunque, serve analizzare regolarmente i risultati e non c’è niente di meglio che tracciare l’Engagement rate, ovvero il tasso di coinvolgimento dei propri post.

Esso rivela quante persone si connettono con i contenuti e vi interagiscono direttamente, mostrando così se ciò che è stato pubblicato è interessante e coinvolge abbastanza. Un alto tasso di coinvolgimento è un grande segnale che i follower ascoltano ciò che si ha da dire. Questo è particolarmente importante per i marchi che potrebbero voler presentare i loro prodotti al pubblico.

Cosa influenza il coinvolgimento?

Vi sono diversi fattori che influenzano il tasso di coinvolgimento su Instagram:

  • l’orario di pubblicazione di un post
  • la frequenza di pubblicazione
  • il numero di follower
  • il contenuto
  • la messaggistica
  • ultimo ma non meno incisivo l’algoritmo di Instagram, con le limitazioni del caso

Le tipologie di interazioni possono essere:

  • Mi piace alla pagina
  • Commento, like o share
  • Risposte a una domanda e offerta
  • Visualizzazioni
  • Profilo taggato
  • Foto caricate dai fan
fast-moving-cars-P2EKVNW

Cos’è l’Engagement Rate su Instagram?

L’Engagement rate, perciò, è la percentuale di follower o utenti che interagiscono con i post. In genere, se si desidera calcolare il tasso di coinvolgimento medio su Instagram, il calcolo è abbastanza semplice: il numero medio di like e commenti che un profilo riceve per ogni post, diviso per il numero di follower che ha, infine moltiplicato per cento:

La percentuale che ne risulterà servirà per capire se il post di cui si è calcolato l’Engagement rate è interessante e ha avuto un appeal sugli utenti, oppure no.

Oggi, si stima che circa il 10% dei nostri follower riesca a vedere organicamente i nostri contenuti. Quando un post riceve molti Mi piace e commenti, questo segnala all’algoritmo di Instagram che il post è di qualità, si tratta di un contenuto coinvolgente che più persone vorranno vedere.

Nel 2017, Markerly, azienda tecnologica specializzata in Influencer Marketing, ha condotto uno studio sull’Engagement rate prodotto da diversi Influencer. Dall’analisi si è scoperto che, all’aumentare del numero di follower di un account, il numero di Mi piace e di commenti diminuisce, perciò la percentuale di Engagement rate non sarà alta quanto quella di un account con meno seguaci.

woman-taking-pictures-with-vintage-camera-travel-PT4G5QE

Markerly ha constatato che un profilo tra i 1000 e i 3000 followers registra un engagement rate dell’8%, mentre un account seguito da oltre 10.000 utenti scende al 4%, fino all’1,7% di un profilo con 1 milione di fan. Un profilo con meno di 1.000 follower perciò otterrà circa 6 volte più interazioni da parte degli utenti, rispetto ad un profilo con più di 100.000 fan.

Più aumenta la fan base, e quindi il numero di persone che seguono un account, più sarà difficile riuscire a raggiungere gli utenti e mostrare loro il proprio post, conseguentemente a ciò, perderemo anche le possibili interazioni che sarebbero potute scaturire da quella visualizzazione, abbassando così l’Engagement rate. Questo perché i profili dei brand vengono seguiti sui social da persone completamente diverse tra loro, accomunate solo dall’interesse verso l’azienda. Non è quindi facile creare una strategia mirata che convinca tutti, difatti la capacità di coinvolgere diminuisce all’aumentare del numero dei suoi follower.

Viceversa, una community è tanto più connessa e unita quanto più è ristretta, poiché meno followers significa raggiungere un gruppo di utenti più targetizzato ed in linea con la nicchia di riferimento dell’azienda e che ha più tratti in comune. Minore è il numero di seguaci di una pagina, e dunque il gruppo di persone che possono vedere un post è ristretto, maggiore è la Reach, ovvero il numero di persone che vengono raggiunte e che vedono il nostro post. In questo modo, è più facile che vengano raggiunte persone realmente interessate al nostro contenuto, e che quindi decidano di interagire con esso, aumentando così organicamente l’Engagement rate.

Monitorare e misurare significa quindi che si può ottimizzare e far crescere il proprio seguito in maniera autentica, ottenendo allo stesso tempo risultati reali che supportino le decisioni su cosa fare dopo. È consigliabile, quindi, tenere un foglio di lavoro con i tipi di post pubblicati e i loro tassi di coinvolgimento in modo da poter valutare con precisione a cosa il pubblico risponde e cosa no.

woman-taking-pictures-with-vintage-camera-travel-PT4G5QE

Engagement rate e Influencer Marketing

L’Influencer marketing è una tipologia di marketing basata sull’ingaggio di determinate persone, chiamate appunto Influencers, assunte per trasmettere i valori e i messaggi di uno specifico brand al pubblico. Questi individui sono considerati Influencers appunto perchè all’interno di uno o più social network sono riusciti a crearsi un grande seguito e conquistarne la fiducia. Possono diventare dei veri ambasciatori del brand, utilizzandone servizi o prodotti, pubblicizzando il brand in questione, e facendo accrescere clienti e interesse verso lo stesso.

L’Influencer Marketing tramite Instagram sta rapidamente diventando uno dei metodi più efficaci e più utilizzati dalle aziende per aumentare brand awareness, e per far crescere i follower e incentivare le vendite. Sopratutto da quando l’algoritmo di Instagram ha iniziato a limitare la visibilità dei post di alcune aziende, questo tipo di strumento è la strategia chiave per promuovere i prodotti e il marchio di un’azienda.

È importante che l’azienda assuma gli Influencer che sono più allineati con il loro stesso pubblico di destinazione. Dando la possibilità agli Influencer di avere accesso anticipato ad un prodotto, si è in grado di posizionare quel prodotto come qualcosa di interessante, commercializzandolo così prima ancora che sia in commercio. Quando un Influencer raccomanda un prodotto o un servizio sui propri canali, infatti, può essere considerata l’autentica raccomandazione di un amico.

L’Engagement rate nell’Influencer marketing viene utilizzato per misurare il livello di interazione che un Influencer riceve solitamente sul suo contenuto, in questo caso è la percentuale del pubblico di quel determinato account che risponde al suo contenuto. Il tasso di coinvolgimento è una metrica importante, esso può aiutare a determinare con quali Influencer è meglio lavorare in base a come il loro contenuto viene percepito nelle diverse piattaforme. L’analisi del tasso di coinvolgimento di un Influencer può anche aiutare a decidere se quest’ultimo fornirà un ritorno sull’investimento (R.O.I), poiché indica quanto il pubblico sia sensibile al suo contenuto.

woman-taking-pictures-with-vintage-camera-travel-PT4G5QE

ora che conosci l'engagement rate di sfruttalo!

Laura Cogo

... continua